Search   You are here:  little BLOG  




Scarica Subito E-Book
Gratuitamente !
Scopri come >>

 Il luogo dove leggi.... ed esprimi liberamente le tue opinioni !

Inviato da: Administrator Account
giovedì 8 aprile 2010 17.32.22

Il Progressive appare sulla scena Rock alla fine degli anni ’60 grazie al desiderio di alcuni artisti di voler abbattere il format tipico del pop rock radiofonico per “progredire” verso un suono più sofisticato simile, nella struttura, a quello della musica classica o del jazz. Non esiste una definizione assoluta del Prog anche in virtù del fatto che alcuni dei gruppi più importanti degli anni '70 (quelli che hanno esaltato questo genere) non hanno un identico e caratterizzante sound.
 

Tra le band che maggiormente hanno contribuito a dar forma a questo nuovo stile musicale troviamo ad esempio King Crimson (
In The Court Of The Crimson King), Yes e Genesis (Selling England by the Pound), mentre, il paese in cui il movimento è nato è indubbiamente la Gran Bretagna. Ad onor del vero, è importante rilevare che anche l'Italia non è stata da meno grazie a gruppi quali Banco Del Mutuo Soccorso e Premiata Forneria Marconi (Storia Di Un Minuto). Tuttavia, la terra di albione, ha dato vita a più sfaccettature del genere (Sinfonico, Canterbury, Prog Folk, …).

I primi anni ‘70 hanno rappresentato il palcoscenico illuminato del Progressive Rock anche grazie ad Album (oltre a quelli citati) come "Thick as a Brick" dei Jethro Tull o "2112" dei Rush. Inoltre, durante il primo lustro sono emerse altre variazioni sul tema come la Fusion o il Kraut Rock che si differenziava musicalmente dallo stile d’oltre manica per l’uso abbondante dell’elettronica. 

Negli anni successivi il Prog ha perso vigore per inevitabili cambiamenti generazionali e per l’esplosione di nuovi generi quali Punk e New Wave. I ‘90 hanno visto riemergere talune forme musicali complesse tipiche del Progressive prima maniera, principalmente nell’ambito del mondo Heavy Metal (Prog Metal).

Good Vibrations!

Team
MusicaIndelebile.com

Segnala / Condividi

Share/Bookmark

 

Tags:

17 commenti...

Re: Progressivamente parlando

visitate casa mia senza il mio permesso? scherzo eh... bel post. certo bisognerebbe parlarne molto e più approfonditamente ma la sintesi che fate è interessante. Aspetto sempre la classifica con i 100 fondamentali del Prog per confrontarmi "pesantemente". A quando l'evento?

Da Progster 93 a   lunedì 12 aprile 2010 17.40.57

Re: Progressivamente parlando

alcune cose del prog sono letteralmente pallose. preferisco la psichedelia, gli anni del flower power e della massima creatività. ciauz

Da mother of invention a   lunedì 12 aprile 2010 17.41.34

Re: Progressivamente parlando

Adoro il Prog i n tutte le sue forme. sono un impallinato pieno di vinili. Ascoltare Prog fa bene alla salute N.B. I king's sono il mio gruppo preferito in assoluto, la miglior band che la scena rock abbia mai generato.

Da Gumbo a   lunedì 12 aprile 2010 17.41.51

Re: Progressivamente parlando

ottimo video. non conoscevo questo live di Anderson e soci. cmq personalmente preferisco i gruppi del'area più sperimentale tipo tangerine dream, neu! faust, can,... orvuar

Da SpaceRock a   lunedì 12 aprile 2010 17.42.03

Re: Progressivamente parlando

questo post con la citazione ed il video dei jethro lo prendo come un regalo personale. thanks

Da Aqualung a   lunedì 12 aprile 2010 17.42.09

Re: Progressivamente parlando

Roba leggera, fatevi un po' di trash!

Da Metallo Pesante a   lunedì 12 aprile 2010 17.42.17

Re: Progressivamente parlando

parlare del progressive rock in così poche righe è impossibile, comunque è apprezzabile il fatto che ci abbiate provato. del resto è un post non un libro. magari potreste fare più post dividendoli in jazz rock, prog italiano, canterbury e così via. che ne pensate?

Da Sentenza a   lunedì 12 aprile 2010 17.42.26

PROGRESSIVAMENTE RISPONDENDO

Progster 93 - sui dischi fondamentali del Prog ci stiamo lavorando. I dati raccolti e catalogati sono sufficenti almeno per i Top 10. Abbi fede e... pazienza :-)) / mother of invention - ciauz anche a te / Gumbo - adesso ci è chiaro perchè godiamo tutti di ottima salute :-)) / SpaceRock - prima o poi vedrai qualcosa di specifico sul Kraut Rock anche su questo sito / Aqualung - prego / Metallo Pesante - non disdegnamo affatto. anzi qualcuno tra di noi si fa molto trash quotidianamente / Sentenza - hai detto bene è solo un post, giusto per parlerne un po'. Nulla in contrario alla tua proposta. Stay Tuned. GOOD VIBRATIONS!

Da Musica Indelebile Team a   martedì 13 aprile 2010 7.37.13

Re: Progressivamente parlando

Quoto spacerock sui gusti personali ed aggiungo i Cluster. della scena inglese citerei i soft machine

Da Ice a   mercoledì 14 aprile 2010 16.38.05

Re: Progressivamente parlando

non amo la musica progressive. troppo "logorante" per i miei gusti. salverei giusto qualcosa dei genesis. che nessuno si offenda IMHO

Da edelweiss a   mercoledì 14 aprile 2010 16.38.11

Re: Progressivamente parlando

io progressive e krautrock li vedo proprio come due generi distinti. scelgo il primo e segnalo gli emerson, lake e palmer tra i miei preferiti. visto che questo è un sito di dischi fondamentali allora dico anche che gli album migliori sono tarkus e brain slad surgery

Da RocketMan a   mercoledì 14 aprile 2010 16.38.18

PROGRESSIVAMENTE RISPONDENDO

Ice - ottime citazioni / edelweiss - non si offende nessuno, ci mancherebbe / RocketMan - aggiungiamo se ce lo consenti anche l'omonimo E L & P e Tarkus. GOOD VIBRATONS!

Da Musica Indelebile Team a   giovedì 15 aprile 2010 16.26.48

Re: Progressivamente parlando

conosco pochissimo questo genere però il pezzo del video mi piace. approfondirò. garzie

Da Star 89 a   giovedì 15 aprile 2010 13.55.54

Re: Progressivamente parlando

ma come fa a piacervi il prog? Hard & Heavy tutta la vita! al limite il Prog Metal...http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=tBStG7PXEU4

Da LEMMY IOMMI a   giovedì 15 aprile 2010 16.21.10

Re: Progressivamente parlando

grande genere musicale. nei primi '70 solo chi si è confrontato su questo terreno può definirsi artista, il resto sono chiacchiere. basti pensare a gabriel, fripp, emerson, wyatt, wakeman solo per fare qualche nome. doti tecniche ed artistiche rimaste in vita sino ai giorni nostri. quanti altri possono vantare tanto? il progressive ha lasciato una valanga di dischi di grande valore musicale scolpiti nella memoria dei veri appasionati. non parliamo poi delle influenze sulla musica dei decenni successivi. ascoltare prima di giudicare. P+

Da Prozac a   venerdì 16 aprile 2010 9.52.57

PROGRESSIVAMENTE RISPONDENDO

Star 89 - buon approfondimento / LEMMY IOMMI - gusti son gusti, ascolta e lascia ascoltare, listen without prejudice,... :-) in ambito prog metal... citiamo i dream theater / Prozac - perbacco, difesa impeccabile ;-) GOOD VIBRATIONS!

Da Musica Indelebile Team a   sabato 17 aprile 2010 13.07.17

Re: Progressivamente parlando

trovo il prog estremamente affascinante. non solo la musica ma tutto il movimento che lo ha accompagnato. mi piace il contrasto rispetto alla psichedelia. su dischi e artisti citati nulla da dire anche se i soft machine potevate metterli ;-)

Da Iron Woman a   domenica 2 maggio 2010 7.40.35

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  

  
 little Blog Top Post

  



Scarica Subito E-Book Gratis!

 

 

 


  

Promozioni Musica di Amazon.it >>>

SuperOfferte Musica su LaFeltrinelli.it >>>

Promozioni Musica su Ibs.it >>>


  
Home Page:Blues:Country:Elettronica:Etnica / World Music:Folk:Gospel:Italiana:Jazz:Rap / Hip-Hop:Reggae:R&B / Soul:Rock:little BLOG:Recensioni
Copyright © 2009-2015 MusicaIndelebile.com Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy