Search   You are here:  little BLOG  




Scarica Subito E-Book
Gratuitamente !
Scopri come >>

 Il luogo dove leggi.... ed esprimi liberamente le tue opinioni !

Inviato da: Administrator Account
lunedì 31 gennaio 2011 18.24.14

Uno degli stili principali del Rock, con un invidiabile e costante seguito da parte degli appassionati, è indubbiamente l’Heavy Metal. Leggendo quanto pubblicato su internet e seguendo alcuni dibattiti su vari forum ci siamo tuttavia resi conto che spesso vi è grande confusione tra i vari sottogeneri del Metal. Abbiamo così deciso, di creare una piccola guida sugli stili principali, con l’auspicio di riuscire a fare un po’ di chiarezza e aiutare i neofiti (e non solo) a orientarsi correttamente.
 
Premettiamo che spesso può essere difficile distinguere le differenze tra i vari stili, per cui invitiamo anzitutto, ogniqualvolta si ascolta un brano Metal, a cercare di riconoscere tempo e velocità di esecuzione, lo stile vocale, la strumentazione utilizzata, i temi trattati nei testi e le modalità con cui suonano principalmente i chitarristi e il batterista.
 
Segnaliamo che, quello che definiremo tra le righe come Heavy Metal “classico” fa riferimento ad alcune band degli anni ’70 che per prime hanno dato una connotazione specifica a questo genere. Per intenderci, parliamo di gruppi quali Led Zeppelin, Deep Purple e Black Sabbath, giusto per citarne alcuni tra i più noti.
 
Entriamo ora nel merito di alcuni sottogeneri:
 
Glam Metal / Hair Metal
 
Nato tra i primi anni ’70 è rimasto particolarmente popolare per buona parte degli anni ’80. Fusione efficace tra quanto emerso nel movimento Glam Rock (vedi ad esempio New York Dolls) e la potenza sonora dell’Hard Rock. Brani comunque orecchiabili e molto radiofonici. Tra gli esponenti più noti: Kiss e Twisted Sisters.
 
Doom Metal
 
Il riferimento del genere sono indubbiamente i primi Album dei Black Sabbath pubblicati agli inizi dei ’70 o ancor prima dei Black Widow. Tempi spesso lenti, sound scuro, a tratti opprimente, liriche che evocano spesso disperazione e terrore. Tra i gruppi più recenti, segnaliamo i My Dying Bride e gli Anathema.
 
NeoClassical Metal
 
Come intuibile parliamo di uno stile molto influenzato dalla struttura della musica classica, ove è necessario avere grandi qualità tecniche. Periodo di maggior splendore: tra la prima metà dei ‘70 e i primi anni ’80 grazie, ad esempio, a chitarristi come Yngwie Malmsteen.
 
Speed Metal
 
Dalla seconda metà dei ’70 emergono sonorità molto veloci e tecnicamente più impegnative. Segnaliamo Motorhead e Judas Priest tra le band più influenti di questo stile.
 
Thrash Metal
 
Evoluzione dello Speed Metal dei primi anni ‘80 si differenzia per il modo di “destrutturare” tecnicamente sia i riff che gli assoli di chitarra (comunque sempre molto veloci) e per vocalità notevolmente meno melodiche. Anche nelle liriche compaiono la politica, la religione, la fine dei giorni, etc. Alfieri del Thrash Metal: Exciter, Slayer, Megadeth, Anthrax e, soprattutto, i Metallica. 

Black Metal
 
Le sonorità hanno molte affinità con Speed/Thrash Metal o con l’Hardcore Punk. La differenza risiede quindi più nelle liriche legate a un movimento in forte opposizione alla cultura cristiana e quindi più incline al satanismo. La componente melodica è pressoché ridotta a zero e si canta in “scream” (particolarmente urlato, rabbioso o sofferente). Chitarre taglienti e batteria particolarmente violenta. Paladini del genere: Venom, Bathory (anche del Wiking Metal) e Mercyful Fate. Esiste anche una corrente denominata “Symphonic Black Metal” dai suoni leggermente più puliti che fa uso di tastiere o spesso di organi da chiesa (Dimmu Borgir).
 
Power Metal
 
Nasce a metà degli anni ‘80 miscelando il Metal più classico allo Speed Metal, aggiungendovi elementi sinfonici, solitamente attraverso l'uso di tastiere e sintetizzatori a curare la parte più melodica. Gli assoli di chitarra sono spesso molto lunghi, la voce è potente e acuta e la batteria detta ritmi molto serrati (con uso frequente della doppia cassa). Tra i gruppi, segnaliamo gli Hellowen. Per la componente “Epic Metal” connotata da liriche sull’onore, il coraggio, le battaglie, citiamo Blind Guardian e Manowar.
 
Progressive Metal
 
Sempre a metà degli ‘80, assistiamo alla fusione tra il Metal Classico e il Progressive Rock dei ’70 associabile a gruppi quali Rush, Yes o King Crimson. Tra le prime band del genere troviamo i Queensrÿche e i Dream Theater. Di epoca più recente, segnaliamo anche “l’Avantgarde Metal” che si differenzia dal Prog per i più ampi richiami alla sperimentazione o alla libertà espressiva (anche destrutturata) tipica del Jazz. Band di riferimento: Celtic Frost e Alchemist.
 
Death Metal
 
Prende molto da Thrash Metal e Black Metal di metà anni ’80 da cui si differenzia per riffs molto più complicati e per la ritmica particolarmente martellante. Chitarre distorte e uno stile vocale particolarmente “profondo” (growl) per le band che si rifanno alla corrente “Brutal Death Metal” (Cannibal Corpse). Esiste anche una corrente più armoniosa del Death (Melodic Death Metal) particolarmente presente nei paesi scandinavi (In Flames, At The Gates) con voci più “pulite” alternate al growl e che non disdegna l’uso saltuario delle chitarre acustiche. Tra le band che hanno contribuito alla definizione del Death Metal troviamo: Death e Possessed.
 
GrindCore
 
Potremmo definirlo l’estremizzazione del “Brutal Death Metal” con ampi riferimenti all’Hardcore Punk. Velocità di esecuzione allucinante e, conseguentemente, brani di durata spesso limitata. Tra le band segnaliamo i Napalm Death e i Carcass.
 
Industrial Metal
 
Si contraddistingue per le sonorità derivate dall’Industrial Rock e quindi per l’uso di voci distorte, campionamenti elettronici e riff chitarristici ripetitivi. Nato alla fine degli anni ’80 vede tra le sue band più rappresentative i Ministry, i Fear Factory e i Nine Inch Nails.
 
Sludge Metal
 
Alla fine degli ’80, vede la luce anche lo Sludge Metal. Sostanzialmente, si tratta di un mix tra Doom Metal, Stoner Metal ed elementi di Hardcore Punk: distorsioni pesanti, voce molto “gridata” e ritmi contrastanti all’interno dello stesso brano.
 
Stoner Metal
 
Nei primi ’90 assistiamo al nascere dello Stoner Metal che, in contrapposizione al Progressive Metal, richiama la psichedelia e l’Acid Rock del periodo flower power. Band manifesto del genere: i Kyuss.
 
Nu-Metal / Alternative Metal
 
Il Nu-Metal integra l’hip-hop, il grunge, a volte il funk, l’hardcore o buona parte dell’heavy classico. Nasce agli inizi dei ’90, grazie all’opera di gruppi come Korn o Rage Against The Machine. Possiamo aggregare qui anche la componente “Alternative Metal” e quindi band come Faith No More, Deftones,  e Red Hot Chili Peppers.
 
Gothic Metal
 
Sviluppatosi dagli inizi degli anni ’90, attraverso liriche epiche e mitologiche, miscela, musicalmente parlando, Death Metal, Doom Metal e Dark Rock. Riffs quindi spesso lenti e oppressivi e uso delle tastiere per generare suoni particolarmente decadenti. Curiosamente, troviamo in quest’ambito varie band con voci femminili. Tra i gruppi più popolari citiamo Paradise Lost e Nightwish.
 
Folk Metal
 
Stile particolare che unisce l’heavy metal classico con la musica popolare del Nord Europa (in taluni casi anche attraverso l'utilizzo di strumenti tradizionali). Entra nel panorama del Metal dalla metà dei ’90 grazie a band quali Skyclad, Ulver e Cruachan.

Metalcore
 
Fusione tra Hardcore Punk e vari sottogeneri tra cui, in particolare, il Death e il Trash. Rispetto al Punk, troviamo meno velocità, maggiore intensità ed enfasi su elementi e sonorità più dense e gravose. Per centrare lo stile è utile ascoltare gli Agnostic Front.
 
Agli inizi del nuovo millennio infine, iniziamo a sentir parlare, forse anche impropriamente, di Post-Metal. Caratteristiche del genere: atmosfere pesanti, voce minimale e chitarre distorte. Band di riferimento: Isis.
 

Concludendo, una sintetica guida (non può e non vuole essere un’enciclopedia….), per rilevare e apprezzare le differenze tra i vari sottogeneri, magari identificando, con l’occasione, un proprio “Metal style” di riferimento.
 
Buon Ascolto e…. Good Vibrations!
 
Team
MusicaIndelebile.com

Segnala / Condividi

Share/Bookmark

 

Tags:

12 commenti...

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

non è un genere che negli ultimi anni abbia seguito molto, ma a parte gli inizi degli anni settanta, vedi Progressive Metal, mi piacciono gli Apocalyptica. genere da inquadrare mi pare nel symphonic metal non riportato se non sbaglio nel vs. post.

ciao e buon lavoro

Da nino a   mercoledì 2 febbraio 2011 13.23.56

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

Finalmente!!!!! un po' di sano Heavy..... come sintesi non è male. nei prossimi giorni con un po' di calma ripasso e do il mio contributo.

Da Metallo Pesante a   mercoledì 2 febbraio 2011 13.24.07

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

sono nato con l'heavy (correva l'anno 1978) e sono felicissimo che il genere sia ancora vivo e vegeto!!!!
un saluto a tutti i metallari del mondo (con e senza capelli)

Da Raffaele Syd a   mercoledì 2 febbraio 2011 17.51.44

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

tra i non citati in ambito nu/alternative, segnalo gli Slipknot. sound duro, variazioni musicali su vari stili unite spesso a rabbia ed emozioni negative nei testi. Album migliore l'omonimo Slipknot. Brani da ascoltare subito: Wait and Bleed e Tattered and Torn. per alcuni i temi sono troppo scuri e la musica troppo pesante, per me questo è heavy. GRRRRRRRR

Da Ringhio a   mercoledì 2 febbraio 2011 18.26.17

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

TRIVIUM!!! Due chitarre infuocate come si deve, un basso che si sente sul serio e un batterista che sa martellare come pochi. disco magistrale è Shogun del 2008. idee nuove, alternative, più elementi thrash e battito cardiaco che va alle stelle..... adrenalina.

Da Metallicus a   mercoledì 2 febbraio 2011 18.26.30

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

Ho cominciato con l Heavy Metal. Mi ricordo che mi rinchiudevo fino a notte fonda (avro' avuto 13 14 anni) in macchina del babbo con le due audiocassette di "Live After Death" con copertina gialla. Un energia potentissima usciva da quelle casse. Ricordi ed emozioni bellissime. E quella volta che tanti tanti anni fa MTV trasmise un loro concerto, ricordo ancora la paura che andasse via la corrente perche' li stavo registrando rigorosamente in videocassetta. Altri tempi. Un genere a cui sono legatissimo. Ancora mi capita di comprare qualche vecchio vinile..

Da neroblu232 a   mercoledì 9 febbraio 2011 9.39.17

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

Rieccomi come promesso..... Provo a dare il mio contributo anche se non è facile perchè quanto da voi citato è probabilmente il meglio di quanto ascoltabile per ogni sottogenere. cmq ho lavorato parecchio per trovare cose diverse da quelle già presenti nel vostro ottimo post, spulciando attentamente tra i dischi della mia collezione.

Inzio con il Black Metal e tra i non citati aggiungerei i Burzum con l'album Hvis Lyset Tar Oss mentre per il Death Metal vale la pena di ascoltare anche i Deicide con l'omonimo primo album.

Il Doom Metal, come visibile nel post, si scompone ulteriormente tra drone, epic, industrial, sludge e stoner.... Segnalo allora i Candlemass del bellissimo Nightfall.

Parallelamente o all'interno del folk metal inserirei il Celtic Metal che come intuibile combina heavy metal e musica celtica con testi mitologici. Ai già citati Cruachan aggiungerei i Waylander con l'album Honour Amongst Chaos.

Per il Goth Metal scelgo gli ottimi Lacuna Coil con l'album Karmacode.

Sul Grindcore, ai già citati Carcass e Napalm Death, aggiungerei i Terrorizer con il devastante World Downfall.

Passando al decisamente più commerciale Hair Metal ho pensato ai Poison ed al conosciutissimo Open Up and Say..ahh!

Tornando a stili che mi sono più affini come il Metalcore, segnalo i poco noti Killswitch Engage e il disco As Daylight Dies.

Anche se non proprio uno stile quanto più un movimento, sul perido NWOBHM per non citare i vendutissimi Iron Maiden scelgo i Diamond Head di Lightning to the Nations dei primi 80.

Del più recente Nu Metal, che non apprezzo particolarmnte, faccio un eccezione per gli Slipknot con l'album omonimo.

Sul "melodico" Power Metal forse potrebbero meritare un ascolto i Jag Panzer di Dissident Alliance.

Per l'AvantGarde Metal, sorta di metal sperimentale, spesso caratterizzato da brani non prettamente strutturati e dall'uso di strumenti inusuali e non tradizionali. Il primo album che mi viene in mente e Lost in riverie dei Peccatum.

Passando al Prog Metal non ho dubbi e segnalo il bellissimo Recreation Day degli Evergrey.

Spero di esser stato utile alla causa. Metal Forever!
MP

Da Metallo Pesante a   giovedì 10 febbraio 2011 11.28.01

METAL THUNDER

@ nino - ottima citazione

@ Raffaele Syd - condividiamo la stessa gioia

@ Ringhio - sì l'omonimo Slipknot, per chi ama il genere, è un ottimo album

@ Metallicus - concordiamo. Shogun è il miglior album dei Trivium

@ neroblu232 - fai tornare indietro nel tempo alcuni di noi... esprerienze comuni.... iron maiden... grandi notti.... bei tempi... Grazie davvero.

@ Metallo Pesante - che dirti... spettacolare... davvero un grande contributo.

Grazie a tutti e... Good Vibrations!

TeamMusicaIndelebile.com

Da Musica Indelebile Team a   giovedì 10 febbraio 2011 12.13.18

METAL THUNDER

@ Metallo Pesante - ritengo doveroso intervenire per dirti che nel tuo commento hai fatto citazioni mirate e per nulla banali o scontate. è fuor di dubbio che hai dovuto lavorarci parecchio, con grande passione e probabilmente ascoltando una marea di dischi in pochi giorni. Lasciatelo dire... sei stato grande!!

Grazie di cuore e.... Good Vibrations!

WebMaster
MusicaIndelebile.com

Da MusicaIndelebile WebMaster a   giovedì 10 febbraio 2011 12.02.46

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

Mi rifiuto di credere che i Metallica siano thrash, e ancor meno che i Nightwish siano gothic, da là ho smesso di leggere. Secondo me dovevi concentrarti di più sui ritmi della batteria, per esempio nel thrash la trovo costante, dove ha un ruolo principale insieme alla chitarra, non a caso il genere prende il nome proprio dal ritmo, per questo non definisco i metalli ca thrash. Ed èbene anche dire che glam e hair non riguardano la musica ma la scena. E' ambiguo. Sno abbastanza contraria alle classificazioni per scompartimenti, ma si vede pur sempre lo sforzo:)

Da Fucking with the fire a   giovedì 12 aprile 2012 15.09.46

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

@ Fucking with the fire

fammi capire il tuo pensiero... i metallica nn sono Trash è quindi cosa hanno suonato secondo te? mai sentito parlare dei Big Four of Thrash?
l'Hair metal nn è scena ma un sottogenere molto specifico.. dove inseriresti il sound di band come i Motley Crue o i Poison?
I Nightwish negli anni hanno subito diverse influenze ma dire che nulla hanno a che vedere con il Gothic....

anch'io non amo le classificazioni ma apprezzo lo sforzo di chi cerca di far ordine in mezzo a tanta confusione ...

cmq il post inizia con... "Premettiamo che spesso può essere difficile distinguere le differenze tra i vari stili, per cui invitiamo anzitutto, ogniqualvolta si ascolta un brano Metal, a cercare di riconoscere tempo e velocità di esecuzione, lo stile vocale, la strumentazione utilizzata, i temi trattati nei testi e le modalità con cui suonano principalmente i chitarristi e il batterista."....

e se tu avessi letto il post fino in fondo avresti anche letto.... "...una sintetica guida (non può e non vuole essere un’enciclopedia….), per rilevare e apprezzare le differenze tra i vari sottogeneri, magari identificando, con l’occasione, un proprio “Metal style” di riferimento"...

:-))

Mi scuso con il Team per essermi inserito nella discussione.

Metal Forever!
MP

Da Metallo Pesante a   venerdì 13 aprile 2012 7.35.00

Re: Mini Guida Heavy Metal - Stili e sottogeneri

@ Fucking with the fire - Benvenuta e grazie per il contributo. Se ti va di argomentarlo meglio a beneficio di tutti ne saremmo particolarmente felici.

@ Metallo Pesante - prego prego facci pure.... :-)) se questi sono gli inserimenti... ben vengano!

Grazie ancora ad ambedue e.... Good Vibrations!

Team
MusicaIndelebile.com

Da MusicaIndelebile Team a   venerdì 13 aprile 2012 7.42.38

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  

  
 little Blog Top Post

  



Scarica Subito E-Book Gratis!

 

 

 


  

Promozioni Musica di Amazon.it >>>

SuperOfferte Musica su LaFeltrinelli.it >>>

Promozioni Musica su Ibs.it >>>


  
Home Page:Blues:Country:Elettronica:Etnica / World Music:Folk:Gospel:Italiana:Jazz:Rap / Hip-Hop:Reggae:R&B / Soul:Rock:little BLOG:Recensioni
Copyright © 2009-2015 MusicaIndelebile.com Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy