Search   You are here:  little BLOG  




Scarica Subito E-Book
Gratuitamente !
Scopri come >>

 Il luogo dove leggi.... ed esprimi liberamente le tue opinioni !

Inviato da: Administrator Account
domenica 16 dicembre 2012 14.58.44

Chiariamolo subito, fare selezione è sempre difficile e qui parliamo esclusivamente di gusti personali. Siamo quindi di fronte a quello che volete ma non a un best of. Sono solo mie opinioni su sette Live che reputo indimenticabili.
Premesso ciò, bando alle ciance, entriamo nel merito delle scelte.

Allman Brothers Band - At Fillmore East (1971).
Una fantastica Southern jam rock band. La Allman Brothers Band era un gruppo relativamente nuovo sulla scena, quando pubblicò il suo primo doppio album dal vivo. Live at Fillmore East si compone di due parti di cui la prima è dedicata alla reinterpretazione di brani che non erano presenti sui loro primi due dischi. Statesboro Blues è forse il più noto di questi. Blues crudo, chitarra tirata, voce grintosa e pianoforte honky-tonk. L’emozionante Whipping Post (che occupa tutta l’intera side 4) dura più di 20 minuti. Per chi ama questo tipo di blues jam un po’ jazzate Live at the Fillmore East è come sorseggiare una tazza di tè.

Nirvana – MTV Unplugged in New York (1994)
Kurt Cobain e i Nirvana hanno quasi da soli cambiato il panorama musicale agli inizi dei ’90 con il loro Grunge, una delle tante forme di Alternative Rock di fine millennio.
Cobain si ucciderà due anni e mezzo più tardi dell’uscita dell’incredibile Nevermind diventando come spesso accede in questi casi, una leggenda della musica rock. Unplugged in New York esce dopo il suo suicidio e questo live acustico consegna versioni migliori di quanto accaduto per gli stessi brani in studio. Come As You Are è un’istantanea che diventa un classico del rock radiofonico e resta rilevante la cover di The Man Who Sold the World di David Bowie.
MTV ha contribuito e non poco a rendere i Nirvana delle superstar ed è quindi forse anche giusto che il loro canto del cigno sia passato da MTV stessa. Da ascoltare attentamente About a Girl, Polly, Something in the Way e Where Did You Sleep Last Night.
Rolling Stones - Get Yer Ya Ya's Out (1970)
Gli Stones erano rimasti fermi per quasi due anni a causa di problemi interni acuiti dall’uso di droghe del chitarrista Bryan Jones. All’attivo, due nuovi album dal loro ultimo tour (in particolare Beggar’s Banquet), la band aveva quindi del buon materiale da mostrare in un evento live, in particolare Stray Cat Blues e Midnight Rambler, oltre a singoli killer come Jumpin Jack Flash e Honky Tonk Women . L’ottimo Let It Bleed tra l’altro uscirà appena due settimane dopo la registrazione di queste performances. Un gradito mix dunque tra classici e anteprime per chi ebbe la fortuna di trovarsi in quel di New York City.
Get Yer Ya Ya's Out segna anche l'ingresso di Mick Taylor al posto del defunto Bryan Jones.

Johnny Cash - At Folsom Prison (1968)

Il mitico country rockabyller americano volle fortemente eseguire prima e poi dare alle stampe questo concerto andato in scena nella prigione di Folsom a Sacramento - California. La Columbia non impazziva all’idea e soprattutto non sembrava questa la soluzione per rilanciare la carriera di un artista che non stava andando molto bene. La testardaggine di Cash fu premiata dalle vendite anche grazie al fascino che rivestiva questa performance con un pubblico che si rivelò selvaggiamente ricettivo alle sollecitazioni di brani come Cocaine Blues, Dirty Old Egg Suckin' Dog e, naturalmente, l'incredibile Folsom Prison Blues. Meritevoli di citazione anche Jackson e I Still Miss Someone.
Iron Maiden - Live After Death (1985)
Quelli che per alcuni sono stati gli Dei dell’heavy metal offrono qui quasi due ore del meglio del loro repertorio. Si stenta quasi a credere che i Maiden hanno in quest’epoca sfornato così tanti classici considerando la data d’inizio della loro carriera. Infatti, Aces High, 2 Minutes to Midnight e Rime of the Ancient Mariner sono ad esempio già presenti in questo live.
I brani sono molto vicini alle versioni in studio, tranne forse per la parte vocale di Dickinson che risulta inevitabilmente meno dinamica in questo contesto dal vivo. La band suona impeccabilmente, ogni pezzo ricorda ai fortunati ascoltatori perché sono entrati nell’olimpo del metal con la loro storia, i loro testi, le chitarre infettive e la ritmica implacabile di Nico e Harris.

Simon & Garfunkel – The Concert In Central Park (1981)
Paul e Art hanno una carriera discografica relativamente breve ma piena di gemme inserite negli album pubblicati negli anni '60 e nei primi ‘70. Grazie a questo il duo riunito per eseguire un concerto storico al Central Park di New York, offre quasi 90 minuti di fantastica musica. Ascoltare qui le armonie di Garfunkel in Kodachrome, Me and Julio Down By the Schoolyard o in Late in the Evening risulta esperienza sublime. Oltre a quanto sopra, i miei momenti preferiti sono Homeward Bound e Wake Up Little Susie.

The Who - Live At Leeds (1970)
Per buona parte della loro carriera, gli Who sono stati considerati da pubblico e critica come una delle più grandi live band del globo musicale. Il gruppo inglese che apparve sulla scena nel 1965 come parte della British Invasion si distinse fin dall’inizio come qualcosa di unico e diverso. Live at Leeds accoglie piacevolmente la prima fase della loro carriera.
Summertime Blues, vecchia canzone degli anni '50, resuscita qui ancor più fragorosamente di quanto era già accaduto nella versione dei Blue Cheer.
My Generation occupa giustamente buona parte dell’album dilatandosi oltre i 10 minuti e Magic Bus viene offerta con un Keith Moon debordante. Heaven and Hell e Young Man Blues sugli scudi. Pure british rock.

Non necessariamente i migliori, non certamente gli unici. Liberi di approvare quanto di rigettare o, ancor meglio, di parlare della vostra lista di Live indimenticabili.

Good Vibrations!

Web Master
MusicaIndelebile.com


Segnala 
/ Condividi

Share/Bookmark

Tags:

9 commenti...

Re: 7 Album Live Indimenticabili

insisto.... ma perchè postate così poco? siete tra i pochi che val la pena di leggere ma capita così di rado.... :-)
bella lista nulla da dire... maiden e who su tutti ovviamente.
grrr

Da Ringhio a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.08.02

Re: 7 Album Live Indimenticabili

beh che dire sono sicuramente sette must... da valutare anche l'inserimento di Yessongs degli Yes

Da Spybat a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.08.18

Re: 7 Album Live Indimenticabili

siamo nell'olimpo, buona selezione. scelti bene anche i due video. voto 8 :-))

Da Render a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.08.41

Re: 7 Album Live Indimenticabili

concert in central park è un pezzo della mia storia... live fntastico! cosa aggiungerei? forse Hell Freezes Over degli Eagles. che ne pensi?

Da Nastrina a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.08.59

Re: 7 Album Live Indimenticabili

ABB numero uno in assoluto. poi toglierei i maiden e metterei i gateful dead al loro posto.

Da Slider a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.09.12

Re: 7 Album Live Indimenticabili

eccolo che mi provoca... solo gli Iron Maiden??? è Kiss Alive, Priest..Live, Metallica??? va beh però mica potevi fare una lista solo metal.
allora.... faccio passare tutto ma il miele di sim & Gar proprio non lo reggo...

Da Metallo Pesante a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.09.29

Re: 7 Album Live Indimenticabili

aggiungerei sicuramente Band of Gypsys di Hendrix. però non saprei cosa togliere sno sette diamanti.

Da Lomax 2012 a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.09.50

Re: 7 Album Live Indimenticabili

anche se è una raccolta, Bruce Springsteen & E Street Band - Live 1975-1985

Da The Boss a   giovedì 20 dicembre 2012 7.58.46

Re: 7 Album Live Indimenticabili

@ Ringhio - grrrazie :-)
@ Spybat - una buona proposta
@ Render - thanks
@ Nastrina - potrebbe strarci
@ Slider - i Dead erano e sono nella mia testa e nel mio cuore ma dovevo fermarmi a sette...
@ Metallo Pesante - aha ha ah provocazione risucita a quanto pare :-)
@ Lomax 2012 - tu hai espresso chiaramente il mio dramma nel dovermi limitare a soli 7 album
@ The Boss - proposta meritevole ma avevo escluso a priori le raccolte

un abbraccio a tutti

WebMaster
MusicaIndelebile

Da WebMaster Musicaindelebile a   mercoledì 26 dicembre 2012 9.34.41

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  

  
 little Blog Top Post

  



Scarica Subito E-Book Gratis!

 

 

 


  

Promozioni Musica di Amazon.it >>>

SuperOfferte Musica su LaFeltrinelli.it >>>

Promozioni Musica su Ibs.it >>>


  
Home Page:Blues:Country:Elettronica:Etnica / World Music:Folk:Gospel:Italiana:Jazz:Rap / Hip-Hop:Reggae:R&B / Soul:Rock:little BLOG:Recensioni
Copyright © 2009-2015 MusicaIndelebile.com Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy