Search   You are here:  little BLOG  




Scarica Subito E-Book
Gratuitamente !
Scopri come >>

 Il luogo dove leggi.... ed esprimi liberamente le tue opinioni !

Inviato da: Administrator Account
domenica 16 dicembre 2012 15.03.55

L’idea di questo post nasce dalla lettura di quanto scritto dal Boss sui Live indimenticabili. Ci siamo messi quindi a cercare tra le nostre discografie live per cercare qualche gemma da far scoprire o riscoprire. Anche qui non si tratta di una classifica ma solo dell’esposizione di quanto abbiamo ritrovato, ascoltato e apprezzato in questo fantastico lavoro di ricerca nel quale ci siamo immersi nell’ultimo mese. Live certamente particolari e forse unici sotto alcuni punti di vista.
The Beatles - Live At The BBC (1994)
Il 1994 è l'anno in cui Apple ed EMI hanno iniziato a scavare nel vasto archivio dei fab four per regalare ai fan qualcosa di nuovo tra cui emergono le tracce di questo live. Siamo di fronte a un fantastico set di due dischi che include molte delle sessioni radiofoniche che la band aveva registrato dal vivo presso gli studi della BBC tra il ’62 e il ‘65. Alcuni dei brani mostrano come non mai la forza selvaggia e l’abilità che possedevano i Beatles dal vivo, basti ascoltare in tal senso Keep Your Hands Off My Baby o Some Other Guy. Da segnalare le ottime Things We Said Today, I'm a Loser, Ticket to Ride e Everybody's Trying to Be My Baby. Momenti di gloria anche per la splendida I'll Be On My Way, un brano scritto per Billy J. Kramer and The Dakotas e Soldier of Love (Lay Down Your Arms).
Elvis Presley - '68 Comeback Special (2006)
Nel 1956 Elvis, pur avendo soli ventuno anni aveva raggiunto un livello di celebrità mostruoso rispetto a chiunque altro prima di lui. Costretto ad arruolarsi da lì a un paio d’anni torna nei ’60 per lo più come attore in pellicole di grande successo ma molto raramente di buona qualità sotto il profilo strettamente musicale. Nel 1968 mette in campo una strategia per tornare “the king of rock n roll” partendo da uno special televisivo con la rete NBC. Elvis vuole far percepire al pubblico che è ancora il ribelle del ’56 attraverso alcuni medley dei suoi pezzi storici e si presenta per l’occasione vestito dalla testa ai piedi in pelle nera come una pantera pronta ad aggredire. L’operazione rilancio coglie nel segno, in quel 3 dicembre 1968, non solo Elvis zittisce i suoi denigratori ma dimostra di poter competere con artisti più recenti e più giovani. La rivisitazione di classici come That’s Alright Mama, Don’t Be Cruel, Blue Suede Shoes, Heartbreak Hotel, Hound Dog, All Shook Up è importante ma è l'impostazione intima e unplugged, molto simile agli spettacoli resi celebri da MTV alla fine degli ’80-inizi ’90 che dimostra ancora una volta al mondo che Elvis è ancora in grado di lottare per mantenere la sua corona.
Neil Diamond - Hot August Night (1973)
Uno dei primi album live di un artista pop. Grance successo internazionale anche se a macchia di leopardo con curiosi picchi di eccellenza come in Australia dove resterà al primo posto in classifica per oltre sei mesi. Neil Diamond fa capire qui che i suoi concerti sono qualcosa di diverso dal solito show che snocciola i successi in una scaletta sapientemente pre ordinata. Buone Red Red Wine e Girl You'll Be A Woman Soon ma travolgenti ed emozionanti le versioni di Sweet Caroline, Solitary Man e Kentucky Woman.

Sam Cooke - One Night Stand! Sam Cooke Live at the Harlem Square Club (1985)
Questo leggendario compositore, musicista e cantante è stato senza dubbio tra i migliori artisti R&B di sempre. Quest’album, registrato quasi due anni prima che Cooke fosse ucciso in un hotel in California, è uno strepitoso disco di puro Soul con alcuni must come Twisting the Night Away, Having a Party e l’incredibile Bring It On Home To Me. Semplicemente ipnotizzante, il modo in cui Cooke è in grado di assumere il controllo della volontà del pubblico attraverso canzoni come Chain Gang. Unico vero rammarico…. non aveva ancora scritto la mitica A Change Is Gonna Come.
George Harrison - The Concert for Bangladesh (1972).
Quasi quattordici anni prima del famigerato Live Aid, un Beatle ebbe l'idea di aiutare un paese terzo del mondo attraverso un concerto rock. Quest’album è stato registrato durante i due concerti che si sono tenuti il primo giorno di Agosto del 1971 al Madison Square Garden. Il silenzioso George Harrison, forte della fiducia che si era conquistato con le vendite del suo triplo album da solista All Things Must Pass, aveva organizzato questi concerti con l'aiuto di alcuni dei suoi storici amici. Per godere appieno di questo live, basta non soffermarsi meno sulle vogliose ma non impeccabili performance del Leon Russell di turno e concentrarsi davvero sui brani eseguiti da Harrison e la sua band come Here Comes the Sun o My Sweet Lord.
Jackson Browne - Running On Empty (1977)
Quest’Album dal vivo di Jackson Browne è probabilmente il più strano tra quelli di questo elenco perché materiale nuovo e cover di se stesso sono stati eseguiti dal vivo nei luoghi più diversi: per strada, in camere d'albergo e anche a bordo del pullman usato per il tour. Non a caso quindi alcune delle canzoni hanno a che fare con l'essere sulla strada.
Album di grande successo uscito nel bel mezzo del picco dell’artista a livello commerciale. Alcuni di questi brani sono ormai dei classici del rock, in particolare i brani registrati nel maryland, il 27 Agosto del ’77.
Spiccano su tutti Running On Empty e The Load-Out e Stay, seguiti a ruota da Rosie e Shaky Town.
Cheap Trick - At Budokan (1979)
Come non raramente accadeva in quegli anni, i Cheap Trick trovano successo prima in Giappone che in patria. Budokan è stato uno di quei posti ove molte band hanno cercato di diventare rock star dopo quanto accadde ai Beatles per primi nel 1966. I Cheap Trick trovano qui il loro multiplatinato album grazie ad un concerto dal vivo ad altissima energia. Le versioni live di I Want You To Want Me e Surrender sono classici da onde FM di quell’epoca ma meritano una citazione anche Ain't That a Shame, Come On Come On e Clock Strikes Ten.

Auspicando che per molti vi siano state piacevoli rivelazioni, a tratti lo sono state persino per noi, ci affidiamo alle vostre opinioni.

Good Vibrations!

Team
MusicaIndelebile.com


Segnala 
/ Condividi

Share/Bookmark

Tags:

6 commenti...

Re: 7 Album Live da (ri) scoprire

sam cooke, bella (ri) scoperta. strenna natalizia perfetta! thanks

Da Karat a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.06.36

Re: 7 Album Live da (ri) scoprire

erano secoli che non riascoltavo il vinile dei Cheaps. è stato un po' come tornar adolescente.... il live degli scarafaggi non lo conoscevo, qualcosa di diverso effettivamente dai soliti greatest hits.

Da Seventies a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.06.55

Re: 7 Album Live da (ri) scoprire

avevo sempre considerato neil diamond poco più che un canzonettaro, vale la pena di ricredersi a volte. propongo di aggiungere alla lista Live From Earth di Pat Benatar

Da Sound Pusher a   mercoledì 19 dicembre 2012 11.07.11

Re: 7 Album Live da (ri) scoprire

per alzare i ritmi... forse... anche se già anni '90... Live at Brixton Academy dei Faith No More

Da Jupiter a   giovedì 20 dicembre 2012 7.57.41

Re: 7 Album Live da (ri) scoprire

la lista è omogenea ma resta su un solo binario. cambiando linea ma senza esagerare potrei suggerire exit ... stage left dei Rush

Da Ringhio a   giovedì 20 dicembre 2012 7.58.02

Re: 7 Album Live da (ri) scoprire

@ Karat - grazie a te
@ Seventies - già già ;-)
@ Sound Pusher - una buona proposta
@ Jupiter - ottima proposta
@ Ringhio - niente male...

Good Vibrations!

Team
MusicaIndelebile

Da MI Team a   mercoledì 26 dicembre 2012 9.33.45

Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento    Annulla  

  
 little Blog Top Post

  



Scarica Subito E-Book Gratis!

 

 

 


  

Promozioni Musica di Amazon.it >>>

SuperOfferte Musica su LaFeltrinelli.it >>>

Promozioni Musica su Ibs.it >>>


  
Home Page:Blues:Country:Elettronica:Etnica / World Music:Folk:Gospel:Italiana:Jazz:Rap / Hip-Hop:Reggae:R&B / Soul:Rock:little BLOG:Recensioni
Copyright © 2009-2015 MusicaIndelebile.com Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy